Ciambella con i semi di papavero

P1140670ph

Ciambella con i semi di papavero

Alla nonna sarebbe piaciuto moltissimo vedermi lavorare con l’uncinetto. Lei era bravissima e aveva  realizzato numerosi lavori, anche di quelli eterni e interminabili. Mi aveva insegnato e avevo imparato. Poi non ho mai fatto nulla di importante, ma lei si sentiva orgogliosa per avermi trasmesso qualcosa, e io sono altrettanto contenta di questo.

La nonna metteva centrini ovunque, era la sua mania. Anche io ne ho moltissimi ricamati da lei, tutti conservati in un cassetto,  e credo che non riuscirò mai a separarmene. Anzi, tutti quelli che ogni tanto vedete nelle mie foto…sono suoi 🙂

Non in questa, ma in questa ciambella ci sono i semi di papavero.

Cosa c’entrano i semi di papavero con la nonna e i suoi centrini all’uncinetto? C’entrano c’entrano. Conservo un piacevolissimo ricordo delle estati con la nonna quando ero bambina. Uno di quei ricordi-rifugio che mi cullano quando ho bisogno di tuffarmi all’indietro per nuotare in avanti. Ricordo i campi di grano vicini alla casa dei nonni a Ozzano Monferrato, pieni di papaveri e fiordalisi (il mio fiore preferito).  Era nostra  abitudine raccoglierne dei mazzi a cui aggiungevamo qualche spiga. La nonna sistemava il tutto in un vaso e lo metteva  perfettamente al centro del tavolo appoggiato sopra uno dei suoi centrini.

Ingredienti:
300 gr farina debole
20 gr di semi di papavero
300 gr zucchero
150 gr burro molto morbido
3 uova
1 bustina di lievito
180 gr latte

Procedimento:
E’ un dolce velocissimo.
Una volta preparato tutto l’occorrente ho acceso il forno. Ho messo tutti gli ingredienti in planetaria, tranne i semi di papavero, azionando dapprima la bassa velocità, quindi sempre più veloce fino ad ottenere una bella massa spumosa. A questo punto ho aggiunto i semi di papavero. Nel frattempo ho unto e infarinato bene uno stampo da ciambella.  Vi ho versato l’impasto e ho infornato per circa 45 minuti a 180°.

Tutto qui. Veloce vero?

Per impreziosirla un pochino ho accompagnato questa gustosissima ciambella con della crema pasticcera e l’ho servita con un rametto di ribes freschi per bilanciare un pochino il sapore dolce.

 

Scusate… solo nei miei ricordi ci sono i campi di grano con tanti papaveri e tanti fiordalisi?

 

 

Crostata di pere e Streusel (crumble) ai semi di papavero

Crostata di pere e Streusel ai semi di papavero

Crostata di pere e Streusel ai semi di papavero

CROSTATA PERE E STREUSEL AI SEMI DI PAPAVERO

Non so perché, ma tutti i dolci che contengono i semi di papavero mi danno l’impressione di avere un’origine germanica.

La ricetta di questa crostata di pere con Streusel (crumble) ai semi di papavero in effetti era su una rivista tedesca. Amore a prima vista. Ottima, leggera, originale, adatta a qualunque occasione specialmente quelle informali per via del suo sapore e consistenza tra il rustico e i ricercato.

Facciamola insieme:

Ingredienti:
una dose di pasta frolla
700 gr di pere
pan pesto, se serve

Per lo Streusel:
75 gr di farina 00 debole
75 gr di burro morbido
40 gr di zucchero
50 gr di semi di papavero

Procedimento:
Ho foderato una tortiera di 26 cm di diametro di pasta frolla.

Ho affettato 700 gr di pere e le ho disposte a raggiera sul guscio di frolla. Attenzione: Se le pere sono molto mature e ritenete che in cottura possano rilasciare molto liquido, distribuite una o due cucchiaiate di pane pesto tra la frolla e le pere. nel mio caso non è stato necessario.
Ho preparato  uno Streusel con la farina, il burro morbido, lo zucchero e i semi di papavero. Ho messo questi ingredienti in una ciotola e ho impastato velocemente con la punta delle dita. Ho quindi sbriciolato il tutto sulle pere, e ho infornato a 180° per circa 45 min.
Dopodichè ho immediatamente abbattuto in FRESCO per non perdere la qualità della mia crostata generata dall’evaporazione una volta sfornata, e per garantirne una durata di circa una settimana. I dolci con la frutta sono più facilmente deperibili rispetto agli altri, soprattutto quando inizia a fare caldo. Una trentina di minuti ad abbattitore già impostato a 3-5°C sono già sufficienti.
Per chi non avesse il Fresco, deve lasciare a raffreddare a temperatura ambiente.

La crostata di pere e Streusel (crumble) è successo garantito 😉

P.S. Vuoi saperne di più su FRESCO? Dai un’occhiata qua https://fetteperfette.com/fresco-labbattitore-casalingo-e-non-solo/