Roselline alle fragole per la festa della mamma

P1120695ph

Roselline alle fragole per la festa della mamma

Intanto auguri a tutte le mamme!!!

Un giorno di un paio di anni fa per televisione mi è passata davanti Csaba che cucinava.
A me Csaba piace molto non solo per le cose che prepara ma anche per come le propone.

Queste roselline hanno davvero catturato la mia attenzione quindi sono andata alla ricerca dello stampo per poterle fare. Ovvio 🙂
L’ho trovato. Ovvio 🙂
E le ho provate a fare. Ovvio 🙂
E quale migliore occasione per regalare rose per la festa della mamma?

Le mie varianti riguardano l’acqua di rose che ho sostituito con un bicchierino di liquore all’amaretto, e le fragole al posto dei lamponi proposti invece da Csaba.

La salsina che ho versato sopra è un mio classico che adoro e che ho scelto proprio per questa occasione per dare il colore delle rose ai miei dolcini.
Eccole qua, se volete provarle anche voi.

Ingredienti:
125 gr di burro morbido
125 gr di zucchero
2 uova
185 gr di farina debole
mezza bustina di lievito
i semi di mezza bacca di vaniglia
acqua di rose (o altro aroma)
150 ml di latte
qualche fragola
qualche cucchiaiata di marmellata di fragole
succo di mezzo limone
zucchero a velo

Procedimento:
Ho lavorato molto bene il burro con lo zucchero fino ad ottenere una bella massa montata chiara e spumosa. Ho aggiunto la vaniglia. A questo punto la ricetta originale di Csaba prevede l’aggiunta di acqua di rose. Io ho preferito sostituirla con un bicchierino di liquore all’amaretto che è molto profumato e aromatico e ho continuato a montare ancora un pochino. Dopodichè ho iniziato ad incorporare le uova una alla volta e quindi la farina setacciata con il lievito alternando con il latte. Infine ho aggiunto le fragole tagliate a dadini al momento, con una spatola per non schiacciarle troppo.

Ho riempito per 1/3 i miei stampini in silicone ed ho infornato a 170° per una mezz’oretta.
Fare sempre attenzione alla colorazione. Devono scurire leggermente.

Durante la cottura ho preparato la salsina. Semplice semplice. Ho messo in un pentolino la marmellata di fragole e il succo di limone. Ho portato a bollore per un paio di minuti, fino ad evaporazione del succo di limone.

Una volta sfornato le mie roselline le ho messe in abbattitore FRESCO, il mio fantastico alleato, per una decina di minuti, per mantenerne morbidezza e fragranza. Una volta fredde le ho sformate e sistemate su un vassoio da portata. Vi ho versato sopra la salsina di marmellata per simulare il colore dei petali ed ho spolverizzato di zucchero a velo.

Carinissime!!!!!!!!! …… e davvero ottime!!!

Da una mamma, un abbraccio a tutte le mamme !!!!!!

P.S. Vuoi saperne di più su FRESCO? Dai un’occhiata qua https://fetteperfette.com/fresco-labbattitore-casalingo-e-non-solo/

Annunci

Cupcakes mimosa all’ananas con frosting al cioccolato bianco

P1120978ph

Cupcake mimosa con frosting al cioccolato bianco

Intanto, è doveroso,  buon 8 marzo a tutte noi!

Eccoci qua.
Dire qualcosa, mi sembra banale. Non dire, mi sembra di evitare l’argomento.
Dirò allora quello che sento.

Ben venga l’8 marzo, ma perdonatemi forse non ne ho mai colto il vero significato.
Del resto come non l’ho mai colto appieno per il San Valentino, per la festa della mamma e per  la festa del papà. Mi rendo conto di “festeggiarle”  -parola grossa-  solo per la consuetudine. Dico “parola grossa” perché restando sul tema di oggi, tutti i gli 8 marzo della mia vita sono state giornate né più né meno di tutte le altre.

Capisco le cene e le mimose perché l’economia deve essere sostenuta.

Capisco il pretesto che per molte donne rappresenta uscire con le amiche la sera dell’8 marzo se per varie ragioni questa possibilità non c’è per gli altri 364 giorni….almeno una sera all’anno…!!!!

Mi piace l’idea che sia una giornata internazionale….ecco forse questa è la cosa che mi affascina di più perché significa che per qualcosa ci troviamo tutti d’accordo qui in questo pianeta.

Per la sola data però.

Chiedo scusa, ma oggi non mi riesce proprio far uscire qualcosa di positivo. Non posso leggere due giorni fa che in Somalia una bambina di 11 anni si è data fuoco perché il suo stupratore è stato assolto. 11 ANNI!!!!! Io a 11 anni giocavo a fare la maestra alle mie bambole!

Tanto per cominciare a questo povero angelo erano già stati mutilati i genitali. Quando è stata portata in ospedale non è stata accettata perché mancava una sorta di autorizzazione da parte della polizia, e una volta arrivata, la famiglia purtroppo non aveva i mezzi economici per portare la loro piccola nell’ospedale più vicino che la potesse aiutare perché era a 750 km, fino all’umiliante epilogo che conosciamo.

Questa è solo l’ultima notizia che ho letto, ma senza andare tanto in là, abbiamo anche noi molti casi vicini, magari più “insignificanti” ma solo perché anche noi, persone di sani principi e valori, ci siamo abituati.

Non credo che festeggerò mai l’8 marzo. Per il San Valentino, la festa della mamma e la festa del papà è ancora un’altra cosa: generalmente parlando si tratta di feste commerciali sì, ma senza evidenti  paradossi.

Richiedo scusa, oggi è così.

Tuttavia, ieri sera sono venuti a cena dei carissimi amici che mi fa sempre immensamente piacere rivedere e come dolce ho scelto di preparare delle cupcakes mimosa all’ananas con frosting al cioccolato bianco.

Ecco come le ho preparate.

Ingredienti:
300 gr di farina
300 gr di zucchero
150 gr di burro molto morbido
3 uova
100 gr di latte
60 gr di rhum
Per il frosting al cioccolato bianco:
150 gr di cioccolato bianco
30 gr di burro
250 gr di mascarpone
40 gr di zucchero a velo
Alcune fette di ananas tagliate a pezzetti

Procedimento:
Ho messo in planetaria tutti gli ingredienti per le basi e li ho amalgamati per bene. Ho versato l’impasto nei pirottini e li ho cotti a 180° per circa 25 minuti.

Una volta fredde ho tagliato via la cupolina incidendo anche un po’ l’interno. Con questi ritagli di torta ho fatto una piccola dadolata/sbriciolata e l’ho tenuta da parte.

Nel frattempo ho fatto sciogliere il cioccolato bianco con il burro e l’ho lasciato intiepidire.

Nella planetaria ho portato a crema il mascarpone con lo zucchero a velo, quindi vi ho unito il cioccolato. Ho messo in frigo per un’ora circa.

Dentro ad ogni cupcake ho messo qualche pezzetto di ananas. Il sapore acidulo del frutto aiuta a smorzare il troppo dolce del resto.

Ho quindi spalmato il mio frosting sulla superficie delle cupcakes ed infine vi ho fatto aderire la dadolata tenuta da parte.

Carinissime e buone-buone-buone!!!!